Ho rilasciato una intervista al settimanale degli sloveni NoviMatajur, dove abbiamo avuto modo di approfondire l'importanza dei processi di formazione anche per i pubblici amministratori. L'articolo è stato redatto dal direttore Miha Obit.

La formazione può dare ai pubblici amministratori gli strumenti per poter meglio operare sul proprio territorio. Luca Postregna, sindaco di Stregna, ne è più che convinto, tanto da aver intrapreso, a partire dal 2017, una serie di percorsi con esperienze che lo hanno pienamente soddisfatto. “Due anni fa ho partecipato alla prima edizione della Summer school per giovani amministratori del Friuli Venezia Giulia”, racconta.
A organizzare questa scuola estiva, la prima nella nostra regione, è stato il Centro di competenza per la Pubblica amministrazione  (ComPa fvg), braccio operativo dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani in Friuli Venezia Giulia (Anci FVG). Quell’esperienza, della durata di cinque giorni, è servita a formare sulle strategie di sviluppo del territorio e sulla programmazione comunitaria per utilizzare in modo efficace i fondi Ue.
All’iniziativa lo scorso anno ha preso parte anche un consigliere comunale di Savogna, Nico Sinuello, mentre quest’anno vi hanno partecipato due membri del consiglio comunale di San Pietro al Natisone. “Questo è positivo – afferma Postregna – perché ci permette, in questo territorio, di parlare, in fatto di progettazione, una stessa lingua.”
Altri eventi di formazione a cui ha preso parte il sindaco di Stregna si sono susseguiti, ad esempio in Val di Sole, in Trentino, con una visita per studiare il funzionamento dell’Azienda di promozione turistica di quella zona, e in Val Brembana, in provincia di Bergamo, per conoscere l’organizzazione dei Distretti urbani del commercio. “Sono situazioni simili alla nostra – commenta Postregna – con la presenza di Comuni di piccole dimensioni. Si tratta in questi casi di individuare i punti di forza del territorio, quelli che gli danno un’identità, e su questi si crea il progetto. È una cosa che qui da noi ancora manca.” ComPa fvg ha ora avviato un nuovo progetto che si chiama Smart Community degli amministratori locali, che ha lo scopo di stutturare una comunità di buone pratiche tra amministratori sui temi dello sviluppo territoriale, contemplando modalità di studio, confronto, scambio e progettualità.
Il Logo dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Un ulteriore strumento di formazione è offerto da ASviS (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile). A partire dall’esperienza di due settimane a Siena nel 2018, Postregna ha partecipato quest’anno al secondo corso organizzato a Milano, con il sostegno del capoluogo lombardo, della Fondazione ENI Enrico Mattei e di tutte le Università pubbliche e private milanesi. Una delle sue visioni è quella di dare gli strumenti ai Comuni perché strutturino il proprio DUP (Documento unico di programmazione) sulla base dell’Agenda 2030, documento con cui l’ONU ha espresso un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale ma anche su quello economico e sociale. “È molto piacevole confrontarsi su questi temi, auspico che la consapevolezza di questi problemi sensibilizzi anche altri nostri amministratori e singoli cittadini, soprattutto per quanto riguarda il tema dello sviluppo sostenibile” è la considerazione finale del sindaco di Stregna.

Sabato si è conclusa la prima edizione della Milano Summer School sul benessere e la sostenibilità delle città, progetto...

Posted by Lamberto Bertolé on Monday, 9 September 2019

L'immagine di copertina è stata scattata nel settembre 2019, a Palazzo Marino, sede del consiglio comunale di Milano, a conclusione della settimana di formazione Milano Summer School sul benessere e la sostenibilità delle città.

Un caro saluto.

LP