Strategie di sviluppo locale e programmazione europea per giovani amministratori

Ho appena concluso una summer school per giovanni amministratori locali sulle strategie della programmazione europea, dal 4 al 8 ho soggiornato in Carnia a Zovello di Ravascletto per seguire un corso organizzato dal Centro di Competenza per la Pubblica Amministrazione (ComPA fvg) con un obiettivo formativo legato alle funzioni di programmazione strateciga territoriale delle Unioni Territoriali Intercomunali (UTI).

I contenuti del corso

Il corso è stato patrocinato dalle organizzazioni regionali di AICCRE ed ANCI. Ha visto il coinvolgimento di relatori di tutto rilievo, tra coloro che ho maggiormente apprezzato:

Buona parte degli interventi sono stati coordinati dall''ing. Paolo Rosso dell'Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD - OSCE/LEED di Trento).

Molto spazio è stato dato anche ai lavori di gruppo, due al giorno, oltre che all'analisi finale degli stessi. Particolare risalto in questa fase hanno avuto i medoti di analisi del capitale territoriale (SWOT analysis), dei problemi e degli obiettivi, e della conseguente costruzione del Quadro Logico.

I partecipanti

In seguito ad una selezione di giovani amministratori della Regione FVG, erano presenti all'iniziativa 23 tra sindaci, assessori e consiglieri comunali.

Molto significativo è stato l'aspetto residenziale che ci ha permesso di concentrarci in maniera approfondita sugli argomenti trattati e poter quindi sfruttare anche i momenti di pausa quale opportunità di confronto.

Tale medoto è stato particolarmente efficace in particolare in seguito alle prime due giornate, quando una volta conosciuti i colleghi siamo riusciti a sfruttare al meglio le attitudini di ciascuno.

Cosa abbiamo imparato

Abbiamo avuto la possibilità di simulare applicazioni che hanno riguardato i territori su scale diverse: dalle UTI, al livello Regione FVG a quello Interreg (es. Central Europe).

L'importanza di affrontare la programmazione con metodo è quindi dotarsi di una strategia è l'aspetto che più è emerso.

Conclusioni

La tecnica del Quadro Logico (Log Frame Matrix) sulla quale si basa buona parte della Programmazione Europea, ci ha permesso di accedere e comprendere uno strumento che si pone alla base anche delle strategie regionali nel loro complesso, ma anche ad esempio delle strategie del turismo fvg. Comprendere tali logiche ci ha inoltre dotato di uno strumento corretto per inquadrare le problematiche che quotidianamente dobbiamo affrontare nel nostro territorio e rendere le conseguenti strategie compatibili con quelle di livello sovraordinato.

L'aspetto umano è stato fondamentale, aver avuto la possibilità di partecipare a questo corso per scelta, assieme ed altri amministratori altrettanto motivati è certamente una chiave di successo che ha permesso di fare emergere le potenzialità di ognuno nei lavori di gruppo.

Un'esperienza da ripetere, che consiglio ad ogni altro amministratori pubblico del Friuli Venezia Giulia.

Ed ora?

Vado a prendere l'analisi SWOT prodotta durante i lavori del processo partecipativo del Piano Paesaggistico Regionale, e vedo se ne riesco a tirare fuori qualcosa di interessante!

Potrei anche andare a rivedere il programma elettorale con la quale sono stato eletto sindaco, e vedere se riesco a produrre una rielaborazione che ci aiuti ed affrontare al meglio questi ultmi due anni di mandato ...

Un caro saluto,
LP