FreePlanine: due nuove interrogazioni al consiglio di Stregna

Alle ore 19 di martedì 26 novembre 2013 è convocato il consiglio comunale di Stregna. Tra i punti all'ordine del giorno sono presenti due interpellanze presentate dal gruppo di minoranza consigliare, gli argomenti sono legati all'approvazione della variante 3 al piano regolatore generale comunale.

Dal punto di vista procedurale stiamo ancora spettando il pronunciarsi della giunta regionale sul superamento delle riserve, questo dovrebbe avvenire entro le prossime settimane, infatti stanno per scadere i termini di 2 mesi previsti dalla pubblicazione sul BUR della delibera comunale di approvazione.

Di seguito un breve riassunto dei contenuti delle interrogazioni.

[caption id="attachment_2794" align="aligncenter" width="590"]prati di planino, autunno 2012 prati di planino, autunno 2012[/caption]

Mancanza della VAS

Tra i documenti necessari ed indispensabili per l'approvazione di una variante sostanziale, come definita più volte dal tecnico che ha redatto l'elaborato, c'è quello della Valutazione Ambientale Strategica. Per giustificare questa mancanza, poche ore prima della discussione dell'approvazione della variante, la giunta di Stregna ha approvato un documento nel quale dichiara che la variante è non sostanziale. Nell'interrogazione si chiede a sindaco e segretario quale misteriosa norma abbiano applicato. Il testo dell'interrogazione è disponibile all'indirizzo http://lukeafterreigns.files.wordpress.com/2013/11/richiestavas41013.pdf

La modifica degli obiettivi e delle strategie e la necessità di riadottare

Le riserve regionali vincolanti alla proposta di adozione della variante 3 chiedevano al comune di Stregna di modificare gli obiettivi e le strategie del piano urbanistico. La legge regionale che disciplina questo ambito si esprime chiaramente sul fatto che se la regione pone una condizione del genere la variante deve essere riadottata, cosa che ovviamente non è stata fatta. Il testo di quest'ultima interrogazione è disponibile all'indirizzo http://lukeafterreigns.files.wordpress.com/2013/11/richiestaobiettivistrategie410_13.pdf

Cosa dirà il sindaco?

Arrivati a questo punto, mi aspetto che le risposte a queste due interrogazioni siano superficiali come quelle fornite durante la surreale discussione dell'approvazione della variante, nonostante sindaco e segretario comunale abbiano avuto diverse settimane per approfondire le discrepanze sollevate.

Dopo tutti gli errori commessi dall'amministrazione di Stregna nell'iter della variante 3 (senza dimenticare il parere geologico inesistente, la reintroduzione della norma anti cave e discariche, ecc), non riesco ancora a spiegarmi come gli esponenti della maggioranza del consiglio comunale insistano a mantenere delle posizioni indifendibili.

Mi chiedo quanti di loro abbiano approfondito tutti i leggittimi dubbi procedurali sollevati in questi mesi dal Movimento FreePlanine e dalla minoranza consigliare, senza nemmeno la parvenza di considerare anche le possibili conseguenze legali alle quali può condurre la loro personale scelta di approvare le delibere piene di mancanze ed errori.

Che il solo fine non sia cercare di salvaguardare la figura politica del sindaco Mauro Veneto? Forse non si stanno scottando abbastanza...

Mi sembrano davvero come i berluscones che insistono a dire che l'ex premier è un galantuomo e non è un puttaniere.