FreePlanine: pubblicati i verbali delle interrogazioni alla variante

Lo scorso 30 aprile il consiglio comunale di Stregna ha trattato due interrogazioni presentate dal consigliere Garbaz Claudio. L'argomento è quello sugli sviluppi della discussa variante 3 al piano regolatore generale comunale (PRGC), che prevede la possibilità di edificare a fini agrituristici circa 190 ettari del territorio comunale, compresi larghissima parte dei prati stabili che caratterizzano l'area.

[caption id="attachment_3222" align="aligncenter" width="413"]prati presso la frazione di Tribil Superiore (Stregna, UD) i prati presso la frazione di Tribil Superiore (Stregna, UD)[/caption]

Di seguito i verbali delle interrogazioni:

Meno scontata è la risposta in merito ai costi che l'amministrazione comunale avrebbe dovuto sostenere per la redazione degli allegati alla variante. É stato confermato che il comune non ha speso nulla trattandosi la variante di iniziativa privata. Dove sta scritto che una variante di iniziativa privata la deve pagare un privato io non l'ho trovato.

Vada per i documenti redatti ed adottati fino a settembre 2012, dove, chi ha dichiarato che finanziava l'iniziativa, si presume sia stato a conoscenza delle spese che avrebbe dovuto sostenere. Ma a gennaio 2013 il comune ha inviato alla regione l'asseverazione geologico-tecnica, prima omessa, documento che il geologo incaricato non ha sicuramente regalato.

Finchè pantalone paga...chissà se si stuferà quando scoprirà che, nell'eventualità, sarà necessaria anche una relazione geologica approvata dal consiglio, non un asseverazione consegnata a posteriori, oltre ed una valutazione ambientale strategica. A me sarebbero già girati un po' i coglioni..., azz. è vero, a me i coglioni sono già girati!

La cosa che fà sorridere è che tutto questo è chiaramente indicato nell'art. 63bis della legge regionale n.5/2007, come da indicazione degli uffici regionali, cosa che fin dall'inizio non era evidentemente chiara all'amministrazione del sindaco Veneto ed ai suoi uffici.

Riassumento, il 20 maggio 2013 scadono i termini che si è dato il servizio regionale di pianificazione territoriale per la compilazione dell'istruttoria, che successivamente dovrà essere approvata dalla nuova giunta Serracchiani appena insediata. Diciamo che entro un mesetto dovremmo ottenere il parere della regione.

Stay tuned!

LP