FreePlanine: il sindaco di Stregna sul parere geologico e sulla norma anti-cave

[caption id="attachment_2871" align="aligncenter" width="523"] Articolo del Messaggero Veneto del 18 novembre 2012[/caption]

È di ieri, 18 novembre 2012, l'articolo del Messaggero Veneto con il quale il sindaco di Stregna risponde in maniera informale alle osservazioni alla variante n.3 al PRGC di Stregna in merito alla mancanza del parere geologico e della sparizione della norma anti-cave.

A proposito della carenza della relazione di compatibilità con le condizioni geologiche, idrauliche e valanghive del territorio, l'art.16 della legge regionale n.16/2009 "Norme per la costruzione in zona sismica e per la tutela fisica del territorio" è molto chiaro. Ci si potrebbe sbagliare, ma non sembrano esserci deroghe per il caso in questione. Ci si aspetta dunque un intervento degli uffici regionali di compretenza a riguardo.

È notevole anche la giustificazione sulla sparrizione della norma anti-cave, dalla quale si deduce che tutto quello che è omesso è vietato! Ciò non toglie che mentre nelle norme tecniche di attuazione attuali qualla norma è prevista, nella proposta di modifica non c'è! E di questo non c'è nessuna giustificazione in nessun elaborato.

Infine, la popolazione di Stregna non è affatto preoccupata??? Probabilmente il sindaco Mauro Veneto non ha ben chiaro quanti siano i 130 cittadini del comune che hanno espresso contrarietà alla variante n.3 al PRGC ponendo la loro firma!